sabato 23 maggio 2015

Petali di rosa al sole. Acqua di roccia.


(poco più in là di dove scrivo... )

Giorni di brutto tempo... mi manca uscire a correre o in bici sotto il sole cocente, mi manca la sensazione di tirarmi sotto la pelle la luce del sole. Mi manca leggere un libro in un prato, con il vento che mi porta il silenzio nelle orecchie che non dice nulla che si possa distinguere... eppure io ho l'impressione di capirne qualcosa...

Quand'ero piccola si parlava spesso di vipere, forse era una paura anni ottanta. O forse ce n'erano di più. Fatto sta che mi ricordo bene quest'immagine (di un film..?) in cui qualcuno succhiava il veleno da una ferita e lo sputava via...
Così mi sento io. Come se un pò di veleno se ne fosse andato da me.
Scorre via e fra le nuvole che si aprono davanti al mio sguardo vedo un pò d'azzurro...


"Ma perchè fai questi ragionamenti che non fa nessuno...! Che proprio sembra che te le cerchi..."


... Ieri son riuscita, chissà come, a finire di vedere un film inquietante e mentre navigavo tra le varie proposte in streaming, altrochè uno spiraglio di cielo azzurro si è aperto tra le nubi, un intero cielo... Ho visto la parola magica... Merlin.


Merlino è una serie televisiva di cui ero innamorata. Ho strappato il tempo necessario a vederlo puntata dopo puntata durante la mia ex relazione perchè, non mi ricordo perchè, quando io dovevo vedere Merlino dovevamo sempre assolutamente fare qualcos'altro... Ma ad un certo punto qualcosa dev'essere successo, forse mi ero rassegnata a perdere anche questo, fatto sta che i miei ricordi arrivano vaghi fino a qualche episodio della seconda stagione.

Quando ho visto scritto fra le serie le varie stagioni: Merlin1, Merlin 2........... e persino Merlin 3 e 4, volevo abbracciarmi il computer. 


... Ma non è solo questo, è di più, molto di più, è Hambre de l'alma... Fame dell'anima. (cit. "Donne che corrono coi lupi", Clarissa Pinkola Estes)


E così ho ritrovato il drago saggio che consigliava Merlin sulla sua missione. Ad un certo punto dice una frase molto bella, e molto vera. Merlino e Artù hanno appena litigato e si sono, temporaneamente, separati. Artù, arrabbiato, ha infatti cacciato via Merlino.
Dice Merlino che non può più vegliare sulla sicurezza di Artù perchè "Artù mi odia!"
E il drago risponde: 


"... Una metà non può odiare ciò che la completa, Merlino."


Vero, si può tentare di allontanarsi. Ma avrai la sensazione che una metà di te non ti sorregga. O di non respirare.
Una delle dichiarazioni d'amore più romantiche e sincere fino al midollo che ho mai sentito l'ha detta un mio carissimo amico, persona intelligente, che di sua moglie una volta mi ha detto:

"Sono dieci anni che stiamo insieme e non mi sono mai pentito. Certo, a volte son bestemmie. Ma non mi sono mai pentito."

Ah, parentesi, lei è Bee.


Bee è il mio segnalibro. 


Davanti a Facebook, osservando il profilo di una tipa che, chissà perchè, ci posta negli aggiornamenti di stato gli sms del fidanzato: "... Mi manchi tanto, specialmente quando piove."
- E che vuol dire 'quando piove'?!
- Ah non lo so...


Ieri da Benedetta Parodi c'era ospite Salvo Ficarra.


Si è esibito in un pezzo surreale geniale. La rubrica era "In forma" e lui portava la ricetta "Risotto ai frutti di mare". Ebbene, senza battere ciglio, ha cotto in padella melanzane e peperoni fritti, salsicce, fragole "per dare colore, il pomodoro è banale", panna, piselli, e non mi ricordo quanta tonnellata di altre cose... Poi ha cotto le mezze penne e le ha condite con la salsa e ha terminato la ricetta dicendo "Però cozze e vongole devono essere fresche". Che genio.
Non che ci fosse da obiettare di fronte al genio, ma ad un certo punto la Parodi ha detto: "Meno male che la rubrica era 'In forma'!". E lui ha replicato che quando cucina questa ricetta per gli altri lui non la mangia di sicuro, quindi funziona. Che mito.


"Dottore..."
(sussurrando, in risposta) "... Io non sono Mandrake..."


"Ma perchè vai di nascosto sul suo profilo... ? Non ha senso..."
"Sì che ce l'ha, è simpatica!"


All'indomani della mia rottura sentimentale, ormai quattro anni fa, dopo quasi cinque anni di relazione, il mio ex non si perse d'animo, e dopo pochi giorni aveva un'altra.
Da Facebook si capiscono tante cose, e quella l'avevo capita in un attimo.
Sapevo che non avrei provato niente al riguardo, tutt'al più sollievo, e infatti così fu.
Quello che non avevo previsto, è che quella tipa era davvero... oh, era simpatica. Era come uno di quei soli che risplendono sempre. Sempre contenta, sempre piena di interessi...
Francamente capivo cosa ci vedesse lui in lei. Più che altro faticavo a capire il contrario.
Ad ogni modo non conosco quella tipa ma continuo a trovarla simpatica. (Non vanno più insieme, l'ho detto che lei mi sembrava intelligente.) Chissà, forse la vita mette sul nostro cammino medicine inaspettate, credo di averla sbirciata a suo tempo, nel periodo peggiore, per imparare qualcosa sul sole... Ora è parecchio che non la sbircio. Ma ha fatto del bene senza neanche saperlo. Good luck, C.


"Ciao, semplicemente ciao
difficile trovar parole molto serie
tenterò di disegnare
come un pittore
farò in modo
di arrivare dritto al cuore 
con la forza del colore 
guarda
senza parlare
azzurro come te 
come il cielo e il mare
e giallo come luce del sole 
rosso come le
cose che mi fai
provare..."

(cit. Come un pittore, Modà)


Tutto questo per dire... che devo vedere questo film:









Nessun commento:

Posta un commento