domenica 17 maggio 2015

Traslochi sexy, riflessioni, tanto zucchero

Sole caldo. Cielo terso.
Ieri sono stata al centro commerciale, luogo ideale per le riflessioni, con un'amica. Dico 'luogo ideale per le riflessioni' perchè tutto quel camminare con calma, all'inizio chiacchierando e guardando le vetrine, prima o poi induce in modalità alfa e riflessioni...

Per poi finire in un'oasi, di cui abbiamo una diapositiva:


Parentesi, stavolta sono stata brava. Da quando ho ricominciato a correre, ho scoperto che gli alcolici mi ammazzano. Sarà che la corsa è un'attività molto detox ma da quando ho ricominciato non li reggo proprio. Nemmeno tanto il caffè. Nè le sigarette. Così questo aperitivo è un semplice gingerino.

Dicevo, riflessioni.

Partiamo da un'enigma, cos'è questa misteriosa immagine..?


No bè, sono solo io, nella tenuta universale de 'la mia amica si sta provando qualcosa in camerino', perciò ho addosso due borse.

Tornando alle riflessioni. 

Tutti ci stressiamo. Tutti ci facciamo domande. Tutti, forse, pensiamo di dover fare troppo.
Uno dei suggerimenti più intelligenti che mi sono stati dati, riguarda la regola dell' 'una cosa alla volta' o de 'la regola del due', che dir si voglia. Dico che è intelligente perchè l'ho collaudato e funziona.

Lo stress deriva, a volte, dalla convinzione di dover fare tutte assieme le cose che abbiamo in mente.
Una persona intelligente una volta mi disse di guardare una cosa sola della lista, alla volta. Di non guardarle tutte assieme. E l'ho fatto. E' incredibile quante cose sono riuscita a fare quel giorno, e senza nemmeno tanta difficoltà.

Oppure, ci sono volte in cui ci convinciamo di dover dare il massimo, '10', insomma. 
Un'altra persona intelligente mi disse allora: "Invece di fare 10, fai 2". E' una variante dell'accorgimento di prima e funziona molto...

A quel punto ormai ero al tavolo dell'aperitivo e mi è venuto in mente uno di quei film che fa in tv a Natale, che se non lo fanno non è Natale (tipo 'Una poltrona per due' e 'Robin Hood' versione cartoon), l'iper celeberrimo Mary Poppins, che suppergiù diceva questo, con un pò di zucchero le cose vanno giù più semplici:



"Il pettirosso il nido fa / e un pò di sosta mai non ha / perchè dovrà scappar di qua e di là / ma nonostante il suo daffar non smette mai di cinguettar / lui sa che allor più lieve è il suo lavor / con un poco di zucchero la pillola va giù / la pillola va giù la pillola va giù / basta un poco di zucchero e la pillola va giù / tutto brillerà di più..."

ps: ho appena scoperto che questo testo è di Gigliola Cinquetti..! (pausa per metabolizzazione)

...

"Martedì cena donne!"
"Ricevuto."
"Tutto bene..?"
"No."
"L'avevo intuito dal messaggio conciso.."

...

"Auguri per l'augusta Cresima..! Senti un pò, perchè non abbiamo soppresso *** alle medie..?"
"Non so, forse eravamo occupate a studiare geografia.."
"Molto probabile"

...

"Ciao! Ih, ti sei tagliato i capelli!"
"Sì ma guarda, sono così figo, che mi limonerei da solo!"

...

"... te verrà a far un giro in moto con mi?"
"Sì"
"Non te gavevi mai dito de sì!"

...

Tutto questo per dire che oggi è caldo e c'è il cielo terso. Perciò giro, in bici, forse anche camminata pomeriggio. E il resto della mattina...?

Cooking Tale



e Kitchen Scramble!



Ah, e mi sento di dare un'ampia risonanza a questa pubblicità, perchè c'è crisi, e l'impresa italiana va aiutata:





Nessun commento:

Posta un commento