giovedì 22 ottobre 2015

Dicono di me

(Agosto 2011, sul Monte Paularo con mio cugino. 
In foto, che sorridiamo, ci siamo io e un cardo)

Visto che ultimamente mi sono divertita, fra tag e altro, a parlare di me con elenchi di più punti, ho deciso di farlo di nuovo, ogni tanto. In questo, racconto le cinque cose che chi mi conosce bene dice più spesso di me.

1) "Dove cazzo sei finita??"

Questa la dicono spesso gli amici. La tipica risposta è che mi ero persa dentro ai miei hobbies: leggere, scrivere, fare sport. E' che io mi perdo dentro, a miei hobbies, e sto bene da sola. Anche se amo tantissimo i miei amici. Chi mi conosce molto bene e vuole vedermi, m'invita fuori a mangiare la pizza o un panino. Sa che se è per mangiare non dirò di no.

2) "E' che tu pensi troppo."

Uh, quanto mi urta questa..! Chi mi conosce bene, tende a dirmelo. E' una cosa che non sopporto. Sarà anche vero, ma non sopporto di sentirmelo dire.

3) "Io non ci proverei mai, con te. Perchè si vede che non te ne frega un cazzo."

Questa è una cosa strana. Come tutti lo vorrei, l'amore. Ma, nei fatti, penso sempre a tutt'altro. Ma no a divertirmi in relazioni superficiali, a tutt'altro proprio. Intendo dire che penso ai miei hobbies.
Un piccolo segreto che non ho mai confidato a nessuno è che, pur sentendone la mancanza, quando l'amore arriva, la prima cosa che penso è: "Sono finite le vacanze". E ripeto, mica perchè mi voglio divertire con altri! Proprio perchè si riduce il tempo che posso dedicare a me.
Quanto al fatto che ste cose non le vedo, è vero. Ma non perchè mi credo chissà chi. Tutt'altro. E' solo che io proprio non vedo
Nel senso. Io mi dimentico di quell'aspetto della vita per cui "Io sono una donna/lui è un uomo".
Ergo: chi si avvicina a me è, in genere, una persona molto decisa, che non si lascia scoraggiare. 

4) "Basta mangiare!!!"

Sì, questo me lo dicono tutti. Mia mamma in primis, che si è assunta il ruolo di evitarmi di esagerare. Saggissimo eh, è che davanti al cibo non ragiono. Dico sempre che a me è lo sport che mi salva. Credo sia passata alla storia quella volta che il mio ex si è incazzato come una iena perchè l'ho piantato nel negozio del centro commerciale in cui ci trovavamo perchè io volevo un Mars. 
Quindi devo andare a prendermi un Mars. 
Quindi io vado via e vado a prendermi un Mars. 

5) "Xanax-Come parli carino".

Dicono che ho un effetto calmante, distensivo. Non faccio niente, quindi non so come funzioni questa cosa, ma dicono che basti la mia vicinanza. 
"Come parli carino" è una variante sullo stesso tema. La mia famiglia è napoletana quindi siamo abituati a un pò di confusione, ad un tono di voce alto, a parlare tutti insieme... Tranne io. 
Dicono che io parlo piano e "in un modo tanto carino". E' passata alla storia la volta che sono uscita con mia cugina e il suo novello fidanzato. 
Eravamo a Napoli, siamo andati a prenderci un caffè. Io stavo spiegando una cosa e lui mi guardava incantato. Quando ho smesso di parlare ha detto una cosa buffissima: "E raccontaci qualcos'altro, dai". Cioè, non aveva importanza cosa, era per sentirmi parlare.
Dieci anni dopo, il figlio piccolo ha fatto la stessa cosa. Mi ha ascoltato parlare e si è incantato, non rispondeva neanche alla domanda che gli stavo facendo, e mi fissava. Io provavo un imbarazzo moltiplicato per mille.

Anche per oggi ho concluso il mio racconto per punti, a più tardi con il mio riepilogo letture settimanale! :-)

4 commenti:

  1. Bellissimo sto post introspettivo, nell'ultimo punto io sono all'opposto: mi chiedono: perché gridi?

    RispondiElimina
  2. ahaha :-) E siamo complementari allora, Sonia :-) Bacio

    RispondiElimina
  3. La faccenda dell'amore vista come la vedi tu mi appartiene..
    Nel senso che finché ho potuto/voluto ho sempre cercato di creare delle storie che non andassero ad intaccare troppo la mia vita.
    Il fatto è che ho sempre ragionato con "Se nel periodo che sto insieme a te rinuncio alle mie cose, quando ci lasciamo poi a me cosa rimane?". Morale della favola? Attualmente sono impegnata, l'amore quindi va a gonfie vele.. ho praticamente cambiato tantissime delle mie vecchie abitudini ma non a causa sua. :) Quindi io continuo a coltivare i miei interessi pur dividendo il mio quotidiano con Lui: leggo, seguo i miei forum, faccio gdr - sì, anche lui XD - vedo le mie amiche e via dicendo. Bisogna solo riuscire a beccare quella situazione dove, se fai delle 'rinunce', è perché scegli tu di farle e non perché il momento lo impone. :)

    RispondiElimina
  4. Tu ormai mi conosci... Sai che faccio sempre dell'ironia... Ma alla fine sono arrivata a pensarla come te. Al di là del fatto che io possa tenerci al mio tempo, credo che il problema sia anche che non ho mai incontrato una persona compatibile con me. Sempre esageratamente diversa. E' come dici tu, se il tuo moroso gioca di ruolo, può capire che tu ci tieni. Il punto sarebbe trovare una persona con almeno un pò di cose in comune. Più si è diversi, più è difficile. E penso anche, come dici tu, che sia questione di fare 'rinunce' se te la senti tu, se è la persona giusta, stringendo :-) Vedremo cosa ci riserva il futuro :-) Baci

    RispondiElimina