lunedì 29 febbraio 2016

Rubrica "L'Attimo nel Bosco": 3 & 3 personaggi di libri


Bentornati a L'Attimo nel Bosco, la rubrica che vede me e l'amica Isabella del blog Il Bosco dei Sogni Fantastici raccontarci su un tema...
Il nome della rubrica nasce proprio dall'unione dei nomi dei nostri due blog:

L'acquerello di un attimo
& Il Bosco dei Sogni Fantastici = L'Attimo nel Bosco

Ogni settimana, a turno, scegliamo un tema e ci raccontiamo su quello :-)
Questa settimana toccava a Isa scegliere e mi mette sempre in difficoltà :D Il tema proposto è:

3 personaggi dei libri che ho amato
e 3 che ho odiato...
Quello che mi preoccupava era la parte personaggi che odio... Non mi viene in mente mai nessuno che odio..!
A causa di questa mia difficoltà, visto che all'inizio dovevano essere 5 e 5... Ho pregato Isa di scendere di numero, cosa che mi ha gentilmente concesso.
Comunque sembra che ce l'ho fatta, a superare la sfida che Isa mi ha lanciato! :D
Scoprite un pò! :-)

3 personaggi di libri che ho amato:

1) Il mio caro Vicequestore Castelli di Marmellata di rose (e altri) di Fabio Girelli.
Precario, bipolare, passionale, affascinante. Uno così potrebbe essere facilmente un mio amico del cuore.
Ma mi sposerei uno con cui si mangia, però. (Castelli dà troppo poco peso alle cose pratiche della vita)

2) Anna dai capelli rossi. Entusiasta della vita, romantica, curiosa. Chissà se qualcun altro oltre a me sa quanto siano belli quei libri. Tutta la serie, dico. E quanto sia romantico l'amore con Gilbert... Passa per un libro per bambini ma così non è, dovrebbero conoscerlo più persone. Io di sicuro l'ho amato.

3) La cara Naalna de Il viaggio, dell'amica Francesca Riscaio. La nostra eroina dal cuore grande e i modi gentili e nobili, dal misterioso passato, a cui è toccato in sorte di fare da portatrice ad un bracciale di metallo fuso col suo braccio, di evidente natura oscura... Viene naturale amarla con calore.

3 personaggi che ho odiato:

1) Pinella, la sorella cattiva in Il cuore del ginepro, di Vanessa Roggeri. Pinella ha una sorella che è nata per settima, Ianetta, che è quindi creduta strega. In realtà la povera Ianetta, denutrita e trascurata dalla famiglia perchè creduta strega, forse anche affetta da un leggero ritardo mentale, è solo manipolata dalla cattivissima, perversa Pinella, che le mette in testa come diventare una strega. Per far raggiungere gli scopi che fanno comodo a Pinella, poi.
Un personaggio che mi ha fatto contorcere le viscere dall'antipatia...

2) Edward Cullen di Twilight. Conscia di scatenare un polverone criticando il celeberrimo, stimatissimo per il suo romanticismo Edward... Io l'avevo soprannominato Edward Pesante. Ampolloso, iperprotettivo... Pesantissimo.
Avessi dovuto mettermi con qualcuno del romanzo avrei preferito l'intelligente, dolce, pratico e concreto Charlie, il padre di Bella. E poi è uno che ti porta il pesce fresco a casa, eh.

3) Julia di 1984, di George Orwell. Il povero Winston che vive nell'oppressivo regime di Oceania ad un certo punto trova un'amante, la giovane Julia.
Scaltra, segretamente contraria al regime, nonostante le difficoltà di una relazione che il regime non approva, Julia riesce a trovare per loro il modo di frequentarsi.
Eppure trovo Julia insopportabile. E' contraria al regime ma, è parso a me, con una superficialità di fondo, non con una coscienza formatasi, maturata.
Ogni volta che Winston cerca di fare un discorso serio, lei taglia corto con la superficialità di una ragazzina.
Insopportabile.

*

... Che dite, ce l'ho fatta..? :D Conoscete qualcuno di questi personaggi..?
E quali saranno quelli di Isa? Scopritelo nel suo blog!
Per la mia parte de l'Attimo nel Bosco per oggi è tutto, al prossimo lunedì! :-)

6 commenti:

  1. Wow! Totalmente diversi a sto giro *__* che figo!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie alle imprevedibili idee di Cavallaribus, surprise! :D

      Elimina
  2. Io faccio sempre fatica a fare le liste, come si fanno a scegliere i personaggi (o i libri, le canzoni ecc)? Ne ho amati talmente tanti e odiati altrettanti. Edward però un po' lo amavo, soprattutto con la faccia e il corpo di Robert Pattinson :)
    Baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ... Aveva il suo perché in effetti, anche dal libro, non dico di no. Ma anche il carattere ha il suo 'peso' però :D Bacione

      Elimina
  3. Sono proprio curiosa di leggere i libri di F. Girelli: devo proprio conoscerlo anch'io questo affascinante Castelli! :)

    RispondiElimina
  4. Ma benvenuta! :-D Il primo commento ufficiale sul blog! :D Vedrai, anche tu come tutti t'innamorerai di Castelli, mi saprai dire ;)

    RispondiElimina